Costruire una doccia a riscaldamento solare
0 Flares 0 Flares ×

Tutti gli amanti di giardini e terrazzi grazie a queste piccole informazioni potranno costruire una doccia a riscaldamento solare seguendo dei piccoli consigli e personalizzando la costruzione in tutti i piccoli dettagli.Non abbiamo bisogno di molte cose, dobbiamo solo scegliere quanti soldi destinare al nostro progetto considerando che possiamo ottenere centinaia di risultati diversi a seconda soprattutto dell’aspetto estetico che vogliamo conferire alla doccia e dal “potere” riscaldante da trasferire all’acqua.

Iniziamo da quest’ultima cosa, per riscaldare l’acqua con il sole possiamo utilizzare due tecniche diverse la prima e forse la più comune è quella della tanica, cioè quella di prevedere un contenitore che tra il tubo di entrata e di uscita conservi l’acqua esposta al sole. La seconda possibilità è quella a mio avviso la più semplice e pulita e cioè utilizzare del tuo per l’acqua che serve normalmente per innaffiare le piante.


Io ho utilizzato questa seconda alternativa in particolare perché avevo la possibilità di portare il tubo (circa 30 metri) su di una casetta per gli attrezzi posta a pochi metri dalla doccia o in alternativa potete valutare di riporla piegata e legata con delle fascette alla base della doccia l’importante che sia disposta al sole per più ore al giorno possibile. Per le giunture potrete ovviamente utilizzare le giunture per i tubi da giardino vendute nei ferramenta o nei grandi negozi di bricolage.

Riguardo l’aspetto estetico potete scegliere di comprare una normale doccetta che trovate sempre negli stessi negozi a pochi euro e collegarla sempre con gli stessi raccordi o utilizzare una doccia normale (magari se state valutando di costruire una bella doccia di legno) come tipo quelle a pioggia che possiamo montare anche a casa.

Per fissarla al tubo da giardino non ci basterà niente di particolare, queste docce domestiche in genere si attaccano ai normali tubi in rame ma va benissimo anche un laccio per la doccia che taglieremo all’estremità per far uscire il tubicino di gomma che inseriremo all’interno di un giunto per tubi da giardino senza alcuna perdita d’acqua.

Nelle giornate più calde riuscirete a fare un paio di docce da un paio di minuti una dietro l’altra e poi basterò attendere poco più di venti minuti per avere ancora la doccia calda. La durata delle docce dipenderà ovviamente dalla lunghezza del tubo che adopererete.

Buona rinfrescata!

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here